COME ALLENARE IN PRATICA

L’NSCA ha stilato un elenco delle varie linee guida che sarebbe utile seguire nel caso ci si voglia approcciare ad una stilatura corretta di un piano di allenamento con sovraccarichi per i ragazzini più giovani.

Innanzitutto la possibile età indicata per iniziare l’attività risulta essere quella di 7/8 anni.

Variabili del programma di allenamento:

– warm up e cool down

– scelta degli esercizi e l’ordine di esecuzione

– intensità e volume dell’allenamento

– intervalli di recupero tra serie ed esercizi

– velocità di esecuzione dei movimenti

– frequenza dell’allenamento

– variazioni del programma di allenamento

 

LINEE GUIDA BALISARI PER LA PROGRESSIONE DEGLI ESERCIZI CONTRO RESISTENZA, SECONDO LE FASCE D’ETA’

– 7 anni o meno: avviamento con esercizi di base con poco o nessun peso; sviluppare il concetto di una sessione di allenamento; insegnare le tecniche di esecuzione degli esercizi; usare una progressione che va da esercizi

di ginnastica a esercizi a coppia ed esercizi con resistenze leggere; mantenere un volume basso.

– 8/10 anni: aumentare progressivamente il numero degli esercizi; esercitare le tecniche di esecuzione di tutti gli esercizi di sollevamento pesi; introdurre gradualmente esercizi con un sovraccarico progressivo; aumentare il volume lentamente; controllare con attenzione la tolleranza allo stress degli esercizi.

– 11/13 anni: insegnare tutte le tecniche fondamentali di esecuzione; continuare il sovraccarico progressivo degli esercizi; porre l’accento sulla tecnica di esecuzione; introdurre esercizi più avanzati senza sovraccarico o

con sovraccarichi leggeri.

– 14/15 anni: progredire verso programmi più avanzati di lavoro con sovraccarichi; aggiungere componenti legate al movimento sportivo; porre l’accento sulla tecnica di esecuzione; aumentare il volume.

– 16 anni o più: passare ai programmi per adulti quando il soggetto avrà raggiunto la necessaria esperienza di base.

 

CONCLUSIONI

Pur non potendo dare un responso definitivo sull’argomento dell’allenamento della forza in età giovanile, a causa delle diverse linee di pensiero a riguardo, si può in ogni caso asserire che il mondo dello sport si sia notevolmente aperto sulla questione.

Le credenze date per certe, secondo le quali il lavoro coi sovraccarichi per i giovani sarebbe stato estremamente dannoso, sono state mano a mano messe in discussione dai recenti studi sul campo effettuati.

Non si può ancora dire in definitiva che questa tipologia di allenamento sia del tutto efficace e sicura per qualsiasi giovane si approcci alla pratica, ma di sicuro non è più vista come un tabù nè come metodo pericoloso per la salute dei giovani atleti.

Certamente il mondo dello sport è assai diviso e confuso sull’argomento e le idee contrastanti sono molteplici.

Fino a prove contrarie che smentiscano l’efficacia e la sicurezza di queste tipologie di allenamenti, però, come è stato già discusso in precedenza, un approccio alla pesistica graduale e supervisionato non può che avere effetti positivi sulle capacità coordinative e muscolari dei giovani.

 

Per ulteriori informazioni sull’argomento, non esitate a contattarmi.

Dr. Pepino Gabriele

Annunci