Il sistema articolare della spalla, appartenente all’apparato locomotore umano, chiamato anche cingolo scapolo – omerale, è una delle nostre articolazioni più mobili e complesse. Viene definito sistema articolare poiché è costituito da più articolazioni le quali lavorano in modo sinergico.
Questo distretto comprende:

  • l’articolazione sterno-clavicolare
  • l’articolazione acromio-clavicolare
  • l’articolazione gleno-omerale.

A queste si aggiungono altre due articolazioni definite pseudo o false articolazioni:

  • l’articolazione coraco-acromiale
  • l’articolazione scapolo-toracica.

Questo sistema di più articolazioni consente all’arto superiore ampi gradi di movimento che ci permettono di compiere movimenti di adduzione, abduzione, flessione, estensione, intra e extra rotazione e il movimento di circonduzione.

articolazioni2.jpgimmagine3-big.jpg

Tutti questi movimenti della spalla e dell’arto superiore sono garantiti dall’azione di numerose strutture ossee e muscolari che lavorano in modo sinergico, perciò è necessario elencare le principali per capire anche l’anatomia del sistema.

Tra le strutture ossee vi sono:
a.mattei_anatomia ossea.jpg

  • la clavicola: situata nella parte superiore del torace sopra la prima costa.
  • la scapola: situata nella parte superiore del dorso.
  • l’omero: l’osso del braccio.

Vi sono inoltre numerosi muscoli che possiamo dividere in:

  • Anteriori: il sottoscapolare, il grande e il piccolo pettorale, il muscolo succlavio e il dentato anteriore.
  • Posteriori: il sovraspinato, l’infraspinato, il piccolo e il grande rotondo.
  • Laterali: il muscolo deltoide.
  • Muscoli dell’arto superiore: il coracobrachiale, il tricipite e il bicipite brachiale.

L’integrità e la corretta funzionalità di queste strutture risulta essere fondamentale per la corretta mobilità della spalla, basti pensare a quanto è importante nello sport, ad esempio per la carriera di un tennista, di un pugile, di una pallavolista e nell’ambiente lavorativo di un manovale, di un parrucchiere ma anche di un semplice impiegato d’ufficio che deve essere in grado di collocare e spostare dossier.

Ancora più importante è il ruolo della spalla nella vita quotidiana di tutti noi,  infatti risulta essere fondamentale per la nostra indipendenza poiché interviene in tutti i tipi di azioni che eseguiamo normalmente dalle più semplici, come sollevare un bicchiere d’acqua, indossare vestiti, guidare, alle più impegnative, come lavare intere vetrate o spostare grandi carichi. Se ne potrebbero elencare un’infinità.

Per queste ragioni è molto importante salvaguardare l’integrità del sistema articolare e la sua completa funzionalità cercando di eliminare quei vizi posturali molto diffusi nella vita quotidiana, sempre più statica e sedentaria, della popolazione dei giorni nostri.
Uno dei più comuni vizi posturali è l’anteposizione della spalle comunemente chiamato: “spalle chiuse”. Questo difetto alla lunga può limitare di molto la mobilità dell’articolazione e delle scapole, un ausilio molto efficace è l’utilizzo di elastici o loopbands per prevenire questo tipo di problematiche ed evitare l’insorgere di altre problematiche più gravi. L’utilizzo di elastici o loopbands, infatti, può essere un aiuto molto efficace per favorire l’allenamento e il potenziamento della muscolatura.
Questi strumenti hanno inoltre il vantaggio di permettere l’esecuzione degli esercizi autonomamente, semplicemente seguendo correttamente uno schema di esercizi.

A tal proposito, propongo di seguito una serie di esercizi presentati dal mio collega nel precedente articolo.

Per maggiori info non esitate a contattarci!

                                                                                                Dott. Filippo Guelfi

 

 

 

Le immagini sono tratte da:

http://www.medicitalia.it
http://www.loescher.it/Risorse/DAN/Public/O_D4035/D4035/Piu_che_sportivo/index.html

 

Annunci